Regola#174lavitaèadesso

Image
Pensa all’ultima volta che ti sei messa con le gambe all’aria a goderti il cielo, e della buona musica, e un buon libro, senza doverti curare del tempo.

LA VITA E’ ADESSO

Pensa all’ultima volta che ti sei messa con le gambe all’aria a goderti il cielo, e della buona musica, e un buon libro, senza doverti curare del tempo.
Oppure pensa all’ultima volta che hai mangiato un nuovo tipo di cioccolatino.
Oppure pensa all’ultima volta che hai gustato un sorso di un nuovo tipo di vino.
Oppure ancora, pensa all’ultima volta che hai dato il primo bacio ad una persona che amavi. Ti ricordi com’è andata? TI ricordi cos’hai provato mentre mordevi le sue labbra, mentre assaporavi il gusto di un amore nuovo?

Ti ricordi quanto sono durati, quel momento di assoluto relax o primo morso o quel primo sorso o quel primo bacio?
Ti aiuto. Sono durati tantissimo, eppure per te è stato ancora troppo poco, perché quando siamo avvolti dalla sensazione di una cosa che amiamo, vorremmo non finisse mai e allo stesso tempo sembra stia finendo ad ogni istante.

La vita è esattamente la stessa cosa; vivere è esattamente come dare quell’atteso e desiderato primo bacio alla persona che ci ha catturato testa cuore e pelle.

E allora perché ci sono momenti della tua vita che vivi come se stessi camminando scalza sui carboni ardenti? Perché cominci la settimana con l’angoscia dell’ordinarietà, con l’ansia della routine, e sopportando ogni ora che passa soltanto grazie al pensiero che prima o poi tornerà il fine settimana?

La vita non va presa come un conto alla rovescia verso qualcosa che ti piace fare, slittando su tutto il resto con le dita incrociate affinché finisca il prima possibile.
La vita è adesso, di lunedì e martedì e mercoledì e in tutti gli altri giorni della settimana.
La vita è nel tragitto che fai tutti i giorni per andare a lavoro, anche se è sempre lo stesso tragitto da anni. Ma la tua vita è anche lì.

E’ nelle stesse persone che vedi tutti i giorni; è nelle stesse cose che fai tutti i giorni, ed è anche nelle stesse cose che dici e pensi e tieni dentro di te.
La vita è in tutti i movimenti che ripeti senza accorgertene,  in tutti i gesti che fai senza darci troppo peso.

La vita è anche lì.
E proprio perché è tua, e tua soltanto, merita di essere rispettata e vissuta e amata in tutto.

Da mattina alla mattina dopo, da lunedì a lunedì. Mese dopo mese e anno dopo anno.

Non fare l’errore che facevo io tutte le volte che mi alzavo di lunedì armata come un soldatino pronto a combattere per cinque giorni, fino all’alba che sarebbe sorta il venerdì dopo; perché vivendo proiettata troppo in avanti, ti perdi tutto il bello della quotidianità. E visto che è proprio nella quotidianità che si vive, rischi di godere della tua vita a scatti, come qualcuno che è nato il 29 febbraio, e festeggia davvero ogni 4 anni soltanto.
La tua vita è adesso, in qualsiasi momento tu stia.
E non importa se in questo preciso istante di senti sola come la lavandaia che Pascoli paragona ad un aratro lasciato solo in mezzo al campo messo a riposo, o se hai appena finito di ridere circondata da tanti amici e tanto amore che ti sembra di fare luce attorno grazie a tutta la gioia che hai dentro.
La tua vita è adesso, e il potere di cambiare il modo di vivere anche le cose meno piacevoli è solo tuo.

E solo se impari ad amarla in tutto, potrai davvero accettare tanto i giorni da soldatino quanto quelli da principessa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.