Regola#221mettiincircoloiltuoamore

foto
La prima volta che ho visto questa immagine, ho provato una grande nostalgia, di quelle che ti fanno venire i brividi lungo la schiena e una sorta di mal di pancia e gli occhi un pochettino lucidi.

METTI IN CIRCOLO IL TUO AMORE

La prima volta che ho visto questa immagine, ho provato una grande nostalgia, di quelle che ti fanno venire i brividi lungo la schiena e una sorta di mal di pancia e gli occhi un pochettino lucidi.
Una nostalgia di quelle che ti senti incompleta, senti che tutto quello che hai conquistato da sola non basta, perché sotto sotto quello che cerchi in realtà sono due occhi cui puoi agganciarti davvero per sentirti a casa.
Due occhi che possano raccogliere e contenere la luce che hai raccolto tu durante il giorno.
Due occhi che possano leggere nei tuoi tutto quello che non serve raccontare.
Due occhi che partano dalla parte opposta alla tua per arrivare da te.

Due occhi che io non ho ancora trovato.

Ma mentre sento le vene riempirmisi di nostalgia, lo sguardo mi cade sulle loro mani.
Sui loro cuori.
Sull’amore che stanno mettendo in circolo tra loro.
E la nostalgia diventa gioia, una gioia ancora più incontenibile e stupenda.
Perché l’amore è energia, energia allo stato puro.
E io di questa energia ne ho tanta, talmente tanta da non riuscire a contenerla, a volte.

E non sta mica scritto da nessuna parte che l’amore debba passare da me ad un ipotetico e dispettoso te che ancora non sei arrivato.
L’amore si può mettere in circolo.
Io amo mia nipote Giulia, per esempio. L’amo così tanto che a volte le telefono solo per sentire la sua voce che mi dice “anche io ti voglio bene”.
Amo la mia migliore amica, che a volte faccio mezz’ora di strada anche solo per stare con lei dieci minuti e poi dover ripartire subito e tornare a lavoro.
Amo i miei libri, le storie che racchiudono.
Amo le persone che incontro, le cose che mi insegnano.
Amo i miei amici, perché sono autentici.
Amo scrivere, perché è il più prezioso degli incantesimi; amo le persone che leggono quello che scrivono, perché rendono ancora più magica questa magia.
Amo i miei genitori per quello che mi hanno dato, amo le canzoni che ho nel cuore per quello che mi aiutano a sopportare.
Amo alcuni film per quello che mi fanno sognare.
Amo salire in macchina per andare a cenare dalla mia zia preferita, amo il pc del mio ufficio quando risolvo un problema che avevo da settimane.
Amo la porta finestra in camera della mia nuova casa, perchè al mattino mi sveglio sempre con i raggi del primo sole.
Amo i ragazzini e le ragazzine cui negli anni ho insegnato qualcosa, perché vederli grandi anche grazie a me è la migliore delle soddisfazioni.

Amo tuffarmi nei miei ricordi, perché riesco a farlo senza malinconia.
Amo l’idea di tutto quello che di nuovo potrà capitarmi, perché è tutta vita. Fa tutto parte del film che sto scrivendo, girando, vivendo.
Fa tutto parte di me.
E di fronte a tutto questo, quei due occhi cui agganciarmi non mancano più

Metti in circolo l’amore che hai, non importa se poco o tanto e non importa se sia amore a modo tuo.
Metti in circolo la tua energia.
Fa’ come me: pensa a tutte le cose che ami (incondizionatamente, senza per forza esserne ricambiata); ti scoprirai al centro di così tanti legami e così tanto amore, che quello che non hai ti sembrerà talmente piccolo e insignificante da dimenticartene.

Fino a quando non arriverà.
E avrà il coraggio di rinfacciarti pure che c’avrai messo tanto a trovarlo!

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.