Regola#306q.b.

foto-3

Q.B.

Mi attengo scrupolosamente alle regole, seguendo la ricetta punto per punto.
Pesando gli alimenti con precisione maniacale, girando la manopola del forno al millimetro per beccare i gradi giusti e impostando tutte le sveglie di casa per essere sicura dei minuti di cottura.
E poi, al momento cruciale, nella ricetta appare lei: la sigla più oscura e ambigua dell’universo culinario.

Q.B.
Quanto basta.
Ma che cazzo significa?

Voglio dire, se sto seguendo una ricetta per preparare qualcosa significa che quella cosa non la so cucinare, e se non la so cucinare – motivo per cui sto seguendo la ricetta – significa che non ho nemmeno idea di quanto sia quanto basta.
E allora perché non me lo specificano?
Perché per fare una fottutissima crostata devo affrontare tutte le unità di misura –  4 uova e mezzo chilo di farina e 250 grammi di burro e un cucchiaino di vanillina e due cucchiai di lievito e tre mele e mezzo bicchiere di latte – ma per capire quando sale mettere mi dicono Q.B.????

Come faccio a sapere quanto sale basti????

E allora esagero, perché melius abundare quam deficiere, e sbaglio; e la crostata di mele alla fine sa da patatine fritte.
Vorrà dire che la prossima volta cercherò una ricetta senza q.b.

Perché io ho deciso che nella vita non voglio farmi bastare niente, e che il parametro delle mie scelte non sarà mai un Q.B. – Quanto basta.

Non farti bastare la gioia: goditi i momenti belli ma pretendine sempre di più.
Non farti bastare il rispetto: ricorda ogni giorno a chi hai attorno che lo meriti, che poi è il modo migliore per imparare anche a rispettare gli altri.
Non farti bastare del tempo per te: concediti agli altri ma difendi il tuo spazio con tenacia – fossero anche 10 minuti al giorno.
Non farti bastare le soddisfazioni: vivi tutti i giorni per ottenere qualcosa di più da te stessa.
Non farti bastare il talento: riempi la tua vita d’arte, qualsiasi forma abbia – colori dimensioni parole movimenti suoni.

Ma soprattutto, non farti bastare l’amore, e fa’ che chi ti ama non ne abbia mai abbastanza di te.
Non serve nascere sequoia per aspirare a grandi cose, siano esse sentimenti o occasioni o conquiste o vittorie personali.
Anche i bonsai sono creature perfette, e ancora più uniche perché contengono tutto in poco spazio.

E proprio come un bonsai, non farti mai bastare la vita.
Mai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.